.
Annunci online

Hitman


Diario


26 ottobre 2006

2050: fuga dal pianeta Terra




La soglia fatidica per l'esaurimento delle risorse del nostro pianeta è più vicina di quanto pensassimo. Il rapporto annuale del WWF sullo stato di salute della Terra traccia uno scenario a dir poco preoccupante. Dalla comunità scientifica si leva un allarme per un cambio di rotta convinto e repentino


La Terra non se la passa bene e questa non è una novità. Purtroppo stiamo prendendao la pessima abitudine di considerare quasi naturali e inevitabili le prospettive pessimistiche sul futuro del nostro pianeta. Così gli allarmi che vengono periodicamente lanciati dalla comunità internazionale degli scienziati o dalle fondazioni ambientaliste corrono il rischio di sortire l'effetto opposto a quello sperato: capita per esempio che di fronte all'annuncio di nuovi dati sul monitoraggio dell'effetto serra (con il buco dell'ozono mai così vasto come in questi ultimi anni), sull'inquinamento industriale o sui progressi della desertificazione, oppure apprendendo gli ultimi rapporti sull'emergenza idrica che mette in ginocchio interi continenti, ci si limiti sempre più spesso a una scrollata di spalle.

Lo sconforto è la prima sensazione che emerge dalla lettura del Living Planet Report 2006 del WWF, diffuso in questi giorni proprio da uno dei paesi in più rapido (si legga pure selvaggio) sviluppo: la Cina. L'impatto della presenza umana sul pianeta forse sarà riassorbito sulla scala geologica come illustrato da altri recenti studi, ma di questo passo metterà in serio pericolo le capacità di autosostentamento dell'ecosistema Terra, le cui risorse si stanno degradando con un ritmo senza precedenti. Proiezioni pessimistiche delle solite cassandre? Diamo un'occhiata ai dati.

Negli ultimi quarant'anni la biodiversità terrestre si è ridotta del 31% e le risorse ittiche di mari e oceani del 27%. Tradotto in soldoni, quasi un terzo delle specie viventi di terra, mare e oceani si sono estinte dal 1970 a oggi. Non meno preoccupanti risultano i dati relativi alla cosiddetta "Impronta Ecologica", un indice ideato per quantificare la domanda in termini di consumo di risorse naturali da parte dell'umanità: il peso dell'impatto umano sulla Terra è più che triplicato nel periodo 1961-2003, portando la nostra impronta a superare del 25%, nell'anno di fine rilevazione, la capacità bioproduttiva su cui facciamo leva per il nostro sostentamento, con un incremento del 20% rispetto alla precedente rilevazione, basata su dati del 2001 resi pubblici nel rapporto del 2004. Le emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera sono cresciute di nove volte dal 1961 al 2003. L'Italia, in virtù del suo alto indice di urbanizzazione e della sua conformazione geologica, mostra un deficit ecologico di 3,1 ettari pro capite: con una biocapacità pari a 1,1 ettaro globale a testa, ci permettiamo di spendere per 4,2. Ma c'è chi fa peggio di noi.



La maglia nera tocca, come c'era da aspettarsi, agli USA, che condividono la vetta della classifica dei grandi stati con la più incisiva Impronta Ecologia con la rivelazione Emirati Arabi Uniti. Seguono Finlandia, Canada, Kuwait, Australia, Estonia, Svezia, Nuova Zelanda e Norvegia. Come si vede, anche le tanto celebrate democrazie scandinave non è che facciano una figura egregia, a causa soprattutto della deforestazione e delle attività marittime. L'Italia occupa il 29simo posto, mentre la Cina si colloca a metà classifica, per l'esattezza al 69simo posto, ma la crescita economica che la caratterizza (pari al 10,2% nel 2005) la porterà presto a giocare un ruolo di primo piano nell'uso sostenibile delle risorse planetarie. E per questa ragione, con lo scopo di sensibilizzare governanti e opinione pubblica, il WWF ha scelto di lanciare il rapporto 2006 proprio da Pechino. Più che un allarme, il rapporto nasce con l'intento di lanciare un appello proprio a quei paesi di nuova industrializzazione che al di fuori della Cina raccolgono da soli un altro miliardo di uomini e i cui consumi si stanno progressivamente avvicinando a quelli dell'Occidente.

"Fare dei cambiamenti che migliorino i nostri standard di vita e riducano il nostro impatto sulla natura non sarà facile" ha detto il direttore generale di Wwf International, James Leape, "ma se non agiamo subito le conseguenze sono certe e terribili". Nel rapporto si legge che "entro il 2050 l'umanità raggiungerà un ritmo di consumo pari a due volte la capacità del pianeta Terra" e i calcoli sono stime per difetto. "Siamo in un debito ecologico estremamente preoccupante, considerato che i calcoli dell'impronta ecologica sono per difetto " rincalza Gianfranco Bologna, direttore scientifico del WWF Italia. "Consumiamo le risorse più velocemente di quanto la Terra sia capace di rigenerarle e di quanto la Terra sia capace di «metabolizzare» i nostri scarti. E questo porta a conseguenze estreme ed anche molto imprevedibili. È tempo di assumere scelte radicali per quanto riguarda il mutamento dei nostri modelli di produzione e consumo. Il nostro futuro dipenderà da come impostiamo oggi la costruzione delle città, da come affrontiamo la pianificazione energetica, da come costruiamo le nostre abitazioni e da come tuteliamo e ripristiniamo la biodiversità".

Scrollare le spalle, come atto di condanna o d'impotenza, non è abbastanza. A meno di non scoprire nei prossimi quarant'anni un pianeta terrestre atto ad ospitare la vita e mettere simultaneamente a punto una tecnologia di volo spaziale tanto sviluppata da consentire la migrazione in massa della popolazione umana dalla Terra, ci conviene tenerci ben stretta questa pietra che ci diede i natali e che finora non abbiamo degnato di un briciolo di gratitudine. Un messaggio banalizzato dall'inflazione che sta subendo, ma dovrebbe essere ben chiaro a tutti che è obbligo morale di istituzioni e privati cittadini contribuire, nella dimensione che a ciascuno compete, alla preservazione dell'ambiente. Sempre che si voglia arrivare a vedere davvero l'alba di un nuovo secolo.




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 13:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


23 ottobre 2006

Sanità: in Italia gli errori dei medici uccidono 90 persone al giorno.

Ragazzi, sono rimasto alquanto sconcertato da questa notizia che ho trovato su TGCOM. Leggete...



Sono da 30mila a 35mila in un anno, circa 90 al giorno, le vittime della malasanità in Italia. Stando a quando analizzato da "Toscana Medica", gli errori medici fanno più vittime degli incidenti stradali, dell'infarto e di molti tumori, con costi annuali stimati in 10 miliardi di euro. A guidare la classifica dei reparti più a rischio c'è la sala operatoria, seguita dai dipartimenti degenza e urgenza e dall'ambulatorio.

I dati sono stati presentati al convegno promosso dall'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) i cui lavori si sono aperti all'Istituto dei Tumori di Milano (INT). In Italia le cifre degli errori commessi dai medici o provocati dalla cattiva organizzazione dei servizi sono da bollettino di guerra. La specialità più sotto accusa - secondo il Tribunale per i diritti del malato - è l'ortopedia, seguita da oncologia, ostetricia-ginecologia e chirurgia generale.

Per gli esperti riuniti a Milano "altri errori sono dovuti al sistema che, a causa delle lunghe liste d'attesa (per visite ed esami diagnostici) è causa diretta delle diagnosi tardive, che arrivano quando ormai il danno è irrecuperabile". Eppure, secondo i medici, "il 50% degli 'sbagli in corsia' potrebbe essere evitato, migliorando l'organizzazione delle strutture sanitarie e offrendo ai 'camici bianchi' strumenti anti-svista ad hoc". 

Ma quali sono le principali cause di errore? Tra i fattori imputati la somministrazione di farmaci sbagliati, che, secondo un'indagine dell'Asl Roma C, si colloca al primo posto per le sviste in oncologia (40% insieme alla non applicazione dei protocolli previsti). L'ordine di somministrazione di un farmaco può essere equivocato, soprattutto se non vi è il controllo anche al letto del paziente.

"La cosiddetta 'malpractice' esiste - ha ammesso Emilio Bajetta, presidente dell'Aiom - ma spesso l'errore non è dell'operatore sanitario, bensì della struttura in cui lavora: stanchezza legata a troppi turni massacranti, procedure non controllate, cartelle cliniche o farmaci preparati in ambienti bui, sporchi o rumorosi e diagnosi tardive per screening inefficaci". Il mancato impiego routinario del pap test, ad esempio, è la ragione per cui ancora oggi 1.500 italiane l'anno muoiono di cancro al collo dell'utero.




permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 17:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006

/!\ AAAAAAAAAHHH!!! /!\

Quest' anno la scuola non ha pietà di meeeeeeeeee!!! Troppo lavoro, troppo studio, mi stanno massacrando!!!!
Non mi dannno tempo neanche la domenica per i tanti compiti che assegnano, e ne tantomento hanno pietà!
L'altro giorno mi sono spezzato la schiena, non potevo muovermi in pratica in tutti i sensi, e quindi non so potuto andare a scuola.
Avevo un'interrogazione che è saltata, ma la sorpresina è stata che il Prof. mi ha messo 1 per non avermi interrogato!!! O__O
Ma è normale secondo voi? Ora io cosa dovrei fare? Andare li e spezzargli le ossa per fargli avere un idea di come mi so sentito?
BHA, meglio che la chiuda qui, anche perchè devo terminare i compiti. Ragazzi vi saluto con la speranza di risolvere sta cosa col prof. ciao!!!
P.S.: Scusate per lo sfogo ma non ce la faccio più!




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 18:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


3 ottobre 2006

Ma questo qui nn è normale O__O

Da non credere, questa persona di Napoli si è inventato una cosa al quanto strana. In pratica cliccando nel sito, ad ogni minuto della giornata, ci ha fatto un filmatino che ti dice che ore sono O__O In pratica facendo i conti..... ha fatto circa 1440 filmati! Certo che certa gente non ha proprio nulla da fare :D

Ecco il link: 
http://www.cheorae.it/

Attenti a non farvi ipnotizzare dal fatto che ogni minuto ci sia un filmato :DDD   Ciao ciao!




permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


2 ottobre 2006

Spagna, rubato seggio di Zapatero



Un gruppo di giovani che si autodefiniscono i "Quattro gatti" ha distribuito su Internet un filmato del furto del seggio del premier Jose Luis Rodriguez Zapatero in parlamento, trasformatosi in un immediato successo in Internet e su tutti i media. Obiettivo dichiarato dell'azione è costringere il leader socialista spagnolo ad "alzarsi in piedi" il 16 ottobre per protestare contro la fame nel mondo.

I "Quattro Gatti", un gruppo di 4 giovani incappucciati (comunque identificati dalla polizia spagnola che ha visionato il filmato più volte) hanno diffuso dal loro sito web e attraverso il popolarissimo e internazionale "You Tube" il video del furto, che è gia' tra i più visti della Rete, nel quale mostrano le immagini dell'azione in parlamento, e un foglio lasciato nel posto dove siede il premier e sul quale si legge "Zapatero, 16 ottobre in piedi contro la povertà ".

Fonti del parlamento hanno subito smentito che il seggio, in realtà una poltrona, sia mai stato rubato e la polizia ha successivamente accertato che i "4 gatti" sono effettivamente entrati alla camera dei deputati ma dalla porta principale, con un lasciapassare fattogli avere da un alto funzionario dettosi favorevole alla loro causa. E una volta dentro hanno spostato di alcuni metri la poltrona, mentre uno di loro riprendeva l'azione, per poi rimetterla a posto. Tutto il resto del video di poco più di tre minuti, che mostra l'entrata notturna dalla finestra e il trasporto della poltrona fuori dell'assemblea legislativa, è invece frytto di un abile montaggio.

La polizia, che ha già aperto un'inchiesta nei confronti del funzionario, avrebbe già identificato i responsabili dell'avventurosa azione in parlamento ma intanto il filmato,  oltre che in rete, è finito anche su tutti i giornali e, trasmesso dalle tv, è diventato un grande successo mediatico per la campagna contro la fame e per i giovani militanti che sembrano avviati a trasformarsi in una leggenda urbana. 

Sul loro sito web (http://www.levantatezp.blogspot.com) affermano in un messaggio di "stare scrivendo dalla poltrona" di Zapatero e assicurano di non aver agito "in cerca di popolarità ma "perché vogliamo che il capo del governo si alzi in piedi contro la povertà e che gli altri politici lo imitino, di qualsiasi partito siano". E affermano di credere "che a volte quattro gatti possono mobilitare l'intera societa"'.




permalink | inviato da il 2/10/2006 alle 16:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 settembre 2006

Non riesco a scollarmi da questo gioco!!!!!!!!!!

Table Tennis - Il PingPong

Sicuramente il più bel gioco di ping-pong presente nel sito.
Ottima la realizzazione grafica, fluida la giocabilità,
sensazionale la precisione degli effetti,
incredibile la similarità con il gioco reale.




permalink | inviato da il 29/9/2006 alle 17:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


26 settembre 2006

Ucciso da genitori per non aver fatto i compiti



Una coppia di Hong Kong ha ammesso di aver ucciso il figlio di 10 anni chiudendolo in una valigia come punizione per non aver fatto i compiti di scuola. Il bambino, Chu Tai-fuk, era morto dopo essere rimasto per quasi due ore dentro una valigia di 120cm x 60 cm nell'abitazione dei genitori, nel distretto di Wan Chai. Il piccolo, trasportato in ospedale in stato di coma, era deceduto per i danni provocati dall'asfissia.

Il padre, Chu Wing-Hon, guida turistica 49enne, e la madre Koyo Takahashi avevano confessato alla polizia di aver rinchiuso il figlio, lo scorso febbraio, nella valigia dopo che si era rifiutato di fare i compiti, giocando invece ai videogiochi. La coppia, che ora è comparsa davanti all'Alta Corte di Hong Kong, si è dichiarata colpevole di omicidio spiegando che volevano solo insegnare al figlio ad essere disciplinato.

I due si sono giustificati dicendo che il piccolo, negli ultimi tempi, era diventato molto indisponente, arrivando perfino a rubare dei soldi. Secondo i genitori il giorno in cui avevano preso la terribile decisione di rinchiuderlo nella valigia, il bambino era arrivato a casa con un'ora di ritardo.

I coniugi hanno inoltre dichiarato che già in precedenza lo avevano rinchiuso in una valigia. In quell'occasione la punizione aveva migliorato temporaneamente l'atteggiamento del piccolo. Il giudice ha fissato al 18 ottobre la data del verdetto, ordinando il rilascio della coppia dietro cauzione.




permalink | inviato da il 26/9/2006 alle 16:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 settembre 2006

A dire la verità, preferisco questa che "applausi" :)

Scoppia in Italia la "guerra del rap", proprio come sovente avviene negli Stati Uniti? Sembrerebbe di si, visto quello che è successo negli ultimi giorni.
Tutto parte dalla strofa di un brano del rapper emergente Fabri Fibra dal titolo Idee Stupide che recita così:

"...mi sta sul ca**o Grido, i Gemelli, il cugino, duecento nomi a caso di gente che non sa persino che io rimo..."

Fin troppo chiaro il riferimento ai Gemelli Diversi e in particolar modo a Grido (il fratello di J.Ax degli Articolo 31)! La risposta di quest'ultimo non si è fatta attendere: ha preparato subito una parodia del video di Applausi per Fibra dal titolo Standing Ovation nel quale, con addosso una maglietta con la scritta "Sempre Fatti" (un riferimento?), attacca il collega attraverso un pesantissimo testo.
Godetevi il filmato...




permalink | inviato da il 19/9/2006 alle 21:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


16 settembre 2006

Energia alternativa dai passi dei pedoni



Camminare fa bene alla salute, ma ora i passi diventano fonte di energia. L'idea geniale quanto semplice arriva dall'Inghilterra, dove e' in progetto lo sfruttamento dell'energia derivante dalle vibrazioni prodotte dai nostri passi. Si tratta di una nuova forma di energy harvesting, il processo di cattura dell'energia tramite appositi sensori che sfrutta maree, energia solare e anche il movimento del corpo umano.
La prima centrale ad energia pedestre verra' costruita a Londra, dove i pavimenti della metropolitana - tramite una serie di martinetti idraulici nascosti sotto la superficie - trasformeranno le vibrazioni dei passi dei pedoni in energia elettrica. Si tratterebbe in pratica di una fonte di energia rinnovabile, che permetterebbe di sfruttare su larga scala i watt che ogni passo potenzialmente produce: in tempi di continuo aumento delle richieste di energia e di fronte all'avvicinarsi dell'esaurimento delle risorse combustibili fossili (petrolio, carbone) e conseguente aumento dei prezzi di benzine e materie prime, anche la possibilità di autogenerare l'impianto di illuminazione di una metropolitana e' un grande passo in avanti... (grazie al.. passo dei pedoni!).
La tecnologia e' gia' stata utilizzata in campo militare, sulle tute mimetiche dei soldati dell'esercito di sua maesta': tramite dei piccoli sensori di energy harvesting vengono ricaricati i dispositivi militari di cui sono dotati i fanti, evitando cosi' il peso delle pesanti batterie.
Il progetto pilota prevede l'inserimento di questi generatori (trasformatori di energia cinetica in energia elettrica) in alcune delle zone piu' calpestate della metropolitana di Londra, ma una volta migliorata la tecnologia dell'energy harvesting si apriraranno scenari futuristici interessanti: sfruttare non solo le vibrazioni dei passi dell'uomo bensi' quelle ben piu' consistenti dei treni, dei camion, delle auto. Sensori (gia' in commercio, come quelli prodotti dalla americana AdHoc Electronics e dalla tedesca EnOcean Gmbh) piazzati lungo le affollate autostrade italiane o nei punti di maggior traffico cittadino permetterebbero di avere energia elettrica praticamente gratis (utile per illuminazione pubblica ad esempio) e si ridurrebbe l'inquinamento (oltre che la bolletta). Signori, se andate in vacanza a Londra, fatevi una bella passeggiata in metropolitana...




permalink | inviato da il 16/9/2006 alle 20:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


15 settembre 2006


Questi giorni nn sono stato in rete O__O per colpa di una certa Alice, per chi vuole intendere intenda ciaoooo!




permalink | inviato da il 15/9/2006 alle 17:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


3 settembre 2006

Hitman: il ritorno! :D

Da oggi torno ad aggiornare il blog :)  mi siete mancati tutti, ciao!




permalink | inviato da il 3/9/2006 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


8 agosto 2006

Secondo annuncio!

Ciao ragazzi, volevo solo avvertirvi che il blog continuerà ad essere aggiornato dai primi di settembre. La causa? Vacanze :-P Quindi... Statemi bene e divertitevi!




permalink | inviato da il 8/8/2006 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


8 agosto 2006

Pilota aereo sbaglia destinazione



Sarebbero dovuti andare a Santiago. Invece i 95 passeggeri della Spanair si sono ritrovati a Siviglia, a 700 chilometri di distanza dalla destinazione prevista. L'errore è del pilota svedese che ha confuso i codici delle due città: SCQ per Santiago e SVQ per Siviglia. Una volta atterrati, gli increduli passeggeri hanno ripreso il viaggio verso l'effettiva destinazione ricevendo le scuse della compagnia aerea.

Il malinteso è stato favorito anche dal fatto che l'equipaggio, della Nordic Airways, partner commerciale della Spanair in Svezia, non parlasse spagnolo. Molti passeggeri, stupiti, si erano chiesti durante il viaggio perché l'aereo si dirigesse da tutt'altra parte.

Il volo, decollato da Barcelona, è atterrato così nel sud della Spagna, a 700 chilometri di distanza della destinazione. A terra le scuse e il nuovo imbarco per raggiungere Santiago.




permalink | inviato da il 8/8/2006 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 agosto 2006

Dalai Lama: "Basta reincarnazioni"



Proposta "shock" del Dalai Lama per eliminare l'antica tradizione tibetana di scegliere la guida spirituale attraverso premonizioni e segni divini: "Basta con questa mania della reincarnazione, sarebbe bene cercare il mio successore tra la comunità monastica in esilio. Come fanno i cattolici a scegliere il Papa. Mi rendo conto - ha aggiunto Tenzin Gyatso - che i tibetani potrebbero non essere d'accordo".

Fino ad oggi il potenziale candidato viene sottoposto a una serie di prove per vedere se ricorda di essere la reincarnazione del proprio predecessore. Una volta riconosciuto come la vera guida del Tibet il piccolo, durante una laboriosa cerimonia, viene intronizzato. I riti di insediamento avvengono quando il bambino diventa maggiorenne.

Un'antica tradizione destinata a scomparire se i suggerimenti del Dalai Lama (che significa "Oceano di saggezza"), come si legge sulla "Stampa", venissero accolti. "I Lama più anziani dovrebbero riunirsi per nominare uno in mezzo a noi come nuovo Dalai Lama. Il tempo per noi ormai è giunto. La nostra richiesta - ha ricordato Tenzin Gyats è l'autonomia per il Tibet, per preservare e seguire la nostra religione, la cultura e l'ambiente".

Davanti a un folto gruppo di giornalisti, a Dharamsala, nell'Himachal Pradesh, il leader tibetano si è descritto come "un semi pensionato" che ha portato il suo popolo fuori dal suo Paese: "Ho cominciato il movimento per riavere indietro la nostra madre patria. Il mio successore dovrà raggiungere questo obiettivo".




permalink | inviato da il 8/8/2006 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


1 agosto 2006

Annuncio!

Salve a tutti cannonauti e non, volevo comunicarvi che ultimamente il blog non è stato

 aggiornato per via di molti impegni. Dovrò anche partire sabato, penso di essere di ritorno

 lunedì o il giorno successivo. Grazie per la vostra attenzione. Ciao a tutti!




permalink | inviato da il 1/8/2006 alle 16:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 luglio 2006

Inventato un modo per scrivere sull'acqua


      tratto da tecnocino.it


Avete mai immaginato di poter scrivere sull’acqua? Un professore Giapponese, Naito Hayasi della Osaka University ha sviluppato un sistema incredibile che consente di scrivere sull’acqua. Incredibile.

La tecnologia sviluppata dal professore consiste nel controllare i movimenti dell’acqua grazie ad generatore elettrico di onde installato in un contenitore.
Il tutto è controllato tramite un computer ed un apposito software in cui possiamo inserire tutti e 26 i caratteri dell’alfabeto e alcuni ideogrammi cinesi!
Questa invenzione può fare gola un po’ a tutti: dai maniaci della perfezione ai pubblicitari, che potrebbero innondare piscine di banner.
Anche sul fronte intrattenimento le vie sono infinite. Aggiungendo luce e suoni alle scritte nell’acqua si possono ottenere degli effetti visivi veramente straordinari.




permalink | inviato da il 26/7/2006 alle 10:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


25 luglio 2006

Gheddafi: 'La Libia era a un passo dalla bomba nucleare'



La Libia era sul punto di costruire una bomba atomica prima dell'abbandono, nel 2003, del suo programma di armi di distruzione di massa, a quanto ha rivelato personalmente lo stesso leader libico, colonnello Muammar Gheddafi (nella foto).

A quanto scrive l'agenzia libica Jana, parlando davanti ad un gruppo di ingegneri riuniti a Tripoli, Gheddafi ha ammesso "la Libia era sul punto di fabbricare una bomba nucleare" e che "ciò non è più un segreto", dal momento che "ne erano al corrente gli americani e l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea)".

"Abbiamo speso molti soldi in progetti militari - ha quindi aggiunto il leader libico - per la realizzazione delle nostre speranze di dar vita ad una comunità di paesi arabi", e ha ammesso poi che "sfortunatamente tutto ciò è fallito".

Gheddafi ha ricordato di aver sostenuto i movimenti di liberazione in Africa, in America, in Asia ed anche l'esercito rivoluzionario irlandese (IRA). "Ma tutto ciò è acqua passata e ne abbiamo pagato le conseguenze", ha continuato il leader libico.

Nel dicembre 2003, Gheddafi aveva sorpreso il mondo annunciando che Tripoli avrebbe rinunciato ufficialmente al suo programma di armi di distruzione di massa. E tale decisione aveva in larga parte contrbuito al miglioramento delle relazioni della Libia con l'Occidente e con gli Stati uniti.

Washington ha annunciato, il 15 maggio scorso, la ripresa delle relazioni diplomatiche con la Libia e, quindi, la cancellazione di tale paese dalla lista degli stati che sostengono il terrorismo.




permalink | inviato da il 25/7/2006 alle 15:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 luglio 2006

Finalmenteeeee!

Ragazzi, non sapete che casino, ma sto cannocchiale da proprio fastidio certe volte. Sono riuscito a ricordarmi pass e nickname, menomale va. Ciao a tutti!




permalink | inviato da il 25/7/2006 alle 14:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


19 luglio 2006

Poesia molto carina sulla vittoria dell'italia ai mondiali.

Primo gol manco a dirlo
A segnarlo fu Andrea Pirlo
La partita fu ormai vinta
Col raddoppio di Iaquinta

Porto' sfiga il suo violino
Ad Alberto Gilardino
perche' senza il secondo gol
Poi subimmo l'autogol

Alla terza furon cazzi
Per il gol di Materazzi
& i Cechi subito eliminati
Agli ottavi siam passati

"Sembra facile" si diceva
passa' ai quarti si poteva
Gli australiani furon cotti
Solo grazie al gol di Totti

Il primo gol fu di Zambrotta
Che tirò una gran botta
Poi sentimmo pure i tuoni
Per i gol di Luca Toni

La
Germania mollò l'osso
Con il gol di Fabio Grosso
Ai tedeschi non sembrò vero
Il raddoppio di Del Piero

In finale, tutti tesi!
La si gioca con i francesi
Han lottato da leoni
Ora urliamo: siam CAMPIONI

Di
Zidane e la testata
Lascia perde, è acqua passata
Zinedine, non fa er duro
Te l'abbiamo messo in c....




permalink | inviato da il 19/7/2006 alle 15:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


17 luglio 2006

I medici:Pessotto è fuori pericolo



Buone notizie dall'ospedale Le Molinette di Torino, dove da quasi tre settimane Gianluca Pessotto è ricoverato dopo essersi gettato nel vuoto dalla sede della Juventus il 27 giugno. I familiari, gli amici e tutti i tifosi possono tirare un sospiro di sollievo dopo giorni di apprensione: il team manager del club bianconero, secondo un bollettino diramato dalla clinica torinese, è fuori pericolo di vita.

Gianluca Pessotto ha vinto la sua battaglia più grande, quella per la vita. A quasi tre settimane dal terribile volo dalla sede bianconera, i medici hanno potuto sciogliere la prognosi: l'ex giocatore non rischia più la vita. Le preghiere di migliaia di tifosi, degli ex compagni e di tutte le persone che gli vogliono bene hanno avuto l'effetto voluto. "Le condizioni del paziente sono in progressivo miglioramento - ha detto il professor Donadio, responsabile della rianimazione - ed è terminato con successo lo svezzamento dalla ventilazione meccanica e questa mattina è stata rimossa la cannula tracheostomica". Pessotto, cioè, respira in modo autonomo e non ha più bisogno della assistenza delle apparecchiature di ventilazione. "Il decorso delle lesioni traumatiche precedentemente segnalate prosegue favorevolmente  ed è previsto comunque un ulteriore periodo di ricovero in terapia intensiva".

Dal professor Donadio, poi, arriva anche un invito-preghiera: "Essendo, come ho detto, quasi certi che non sappia il perché è in ospedale non è il caso venga a saperlo da qualche giornale o da qualche televisione e allo stesso tempo non è il caso lo vengano a sapere le sue bimbe. Poiché non ricorda nulla se qualcosa dovrà sapere e se qualcuno dovrà entrare sull'argomento non saremo certo noi ma saranno gli psichiatri che lo hanno in cura, assieme a tutta l'equipe che si è occupata di lui". Il team manager della Juventus resterà nel reparto di rianimazione ancora una o due settimane, mentre non si conosce ancora la data in cui potra' essere dimesso.




permalink | inviato da il 17/7/2006 alle 18:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


14 luglio 2006

Trovati morti delfini nell'adriatico




Allarme per una moria di delfini nelle acque del mare Adriatico, tra Venezia e Pescara. Negli ultimi dieci giorni sono stati rinvenuti almeno 10 esemplari morti sulle spiagge del nord Adriatico, tutti giovani esemplari. Circostanza che ha provocato l'apprensione degli esperti: le morti potrebbero essere legate tra loro e a provocarle potrebbe essere un virus letale presente in Adriatico.
Per provare questa tesi e correre ai ripari occorrerebbe trovare un delfino morto da pochi giorni. Gli esemplari finora rinventuti sono stati trovati in avanzato stato di decomposizione. Una situazione che rende impossibile risalire alle cause della morte. Per questo ora gli esperti della fondazione Cetacea di Riccione si sono già messi al lavoro assieme al Corpo forestale dello Stato. In questi giorni un elicottero della Forestale con un biologo a bordo sorvola le acque dell'Adriatico tra Venezia e Pescara per rintracciare un delfino morto di recente.
Dall'esame della carcassa si potrà risalire alle cause dei decessi. Si spera che il virus non esista. In molti ricordano dolorosamente l'eccezionale moria di delfini del 1991 quando sulle spiagge del Mediterraneo furono trovati in pochi giorni almeno 500 delfini morti.




permalink | inviato da il 14/7/2006 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


13 luglio 2006

Lippi non allenerà più gli azzurri



Ora è ufficiale: Marcello Lippi non è più l'allenatore della Nazionale italiana. Il ct ha lasciato gli azzurri, dopo 29 partite, con la conquista del titolo mondiale. "A conclusione di una straordinaria esperienza professionale ed umana - ha spiegato l'ormai ex allenatore azzurro in un comunicato stampa - ritengo esaurito il mio ruolo alla guida della Nazionale italiana". Poi ha detto: "Continuerò ad allenare".

Non è bastata l'accoglienza da re e la grandissima festa al rientro in Italia per convincere Marcello Lippi a restare sulla panchina azzurra. Il ct se ne è andato perchè "a conclusione di una straordinaria esperienza professionale ed umana, vissuta alla guida di un eccezionale gruppo di calciatori e con la collaborazione di uno staff di prima qualità - ha spiegato - ritengo esaurito il mio ruolo alla guida della Nazionale italiana".
Una decisione non inattesa e, forse, anche giusta: è impossibile fare meglio, dopo essere diventato Campione del Mondo. L'ormai ex ct azzuro ha voluto "ringraziare la Figc per la fiducia dimostratami sempre in questi due anni di lavoro, coronati da un risultato che rimarrà nella storia del calcio italiano e nel cuore di tutti i tifosi".




permalink | inviato da il 13/7/2006 alle 12:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


12 luglio 2006

il giochino della puma



 clikka qui per giocare
!

Bellissimo gioco di rigori, reso ancora più divertente dalla simpatia del portiere dell'Italia Gianluigi Buffon che, in uno scontro di calcio a due, vi sfiderà a segnargli quanti più gol potrete.

Il gioco è molto semplice, perchè basta spostare con il MOUSE il riquadro in cui desiderate tirare, e poi clikkare un punto qualsiasi all'interno di esso. Non ci sono effetti da imprimere al pallone, e la tattica di gioco consisterà solo nella scelta del punto in cui tirare... ma vi garantisco che passerete un bel po' di tempo davanti al pc, quantomeno per scoprire tutti i filmati, i tiri possibili, e le reazioni divertenti o arrabbiate del grande Buffon.

E allora buon divertimento, rigoristi!




permalink | inviato da il 12/7/2006 alle 8:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


10 luglio 2006

Non ho più voce, e per questo dico solo una cosa...



Davvero grazie azzurri di averci fatto sognare!

Campioni del mondo!




permalink | inviato da il 10/7/2006 alle 10:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


7 luglio 2006

Commentate in tantiiiiiiiiii!!!!!!!!!

Salve a tutti! Dato che la nostra nazionale è in finale, volevo fare a voi tutti una

bella domanda...


Cosa farete se l'Italia vince i mondiali?


mi raccomando, rispondete in tanti :-)




permalink | inviato da il 7/7/2006 alle 17:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa


6 luglio 2006

Enigma al quale ho dovuto sudare 7 camicie... Provate a risolverlo.

Un imbianchino dipinge una stanza in 1 ora,
un altro imbianchino dipinge la stessa stanza in un ora e mezzo,
infine un terzo imbianchino dipinge la stessa stanza in 2 ore.
Se dipingono tutti insieme la stessa stanza quanto tempo ci mettono?




permalink | inviato da il 6/7/2006 alle 18:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


5 luglio 2006

In Finaleeeeeeeeeeeeeeeeee!



Ebbene si, siamo in finale! Questa nazionale ci sorprende sempre, ma come sempre ci sorprende in meglio e non in peggio. Una partita lineare, con i tedeschi che entravano spesso in area ma non riuscivano a calciare, in vece noi siamo entrati meno volte e quei tiri calciati sono stati sempre ben effettuati. Un grande Gattuso che correva qua e la appresso alla palla, ma anche un grandissimo Cannavaro che come sempre ci ha stupito per la sua tenacia con il pallone, ma anche nei takle. Poi arrivati ai supplementari, la partita ha preso un'altro piede, dove si è vista un'italia molto sfortunata prendendo un palo di Gila e una traversa. A due minuti dalla fine, quando ormai tutto si sarebbe giocato ai rigori, spunta un passaggio filtrante per Grosso che la mette dentro. I tedeschi ancora ci credono e partono alla ribalta, ma subito un minuto dopo, arriva un'altra occasione per noi, questa volta è Del Piero che riesce a controllare la palla e metterla nell'angolino della porta bettendo così Lehmann. Partita spettacolare e ricca di emozioni, i tedeschi ci temevano, e hanno fatto bene a pensarlo. Ora siamo fra le prime due del mondo, la finale si gioca domenica 9 luglio.
Beato a chi la va a vedere dal vivo :-)




permalink | inviato da il 5/7/2006 alle 10:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


3 luglio 2006

Un letto da favola...


tratto da tecnocino.it

Anche Aladin è stato superato, solo che qui non si parla di tappeto, ma di letto! Un modo è stato trovato per poter sconfiggere, almeno in parte, la forza di gravità. Basterà spendere solamente un milione e duecento mila euro. Eccovi presentato il letto levitante!

Il sistema di magneti potentissimo tiene su questo lettone a mezz’aria e non c’è trucco nè inganno, sotto non ci sono ingranaggi invisibili nè fili trasparenti lo tengono ancorati al soffitto: è pura levitazione. E tiene anche parecchio, pensate fino a 900 Kg di peso! Floating Magnetically Levitating Bed è stato inventato da un architetto olandese chiamato Janjaap Ruijssenaars e i suoi costi sono assurdamente alti infatti si parla di 115.000 Euro per un modello in scala 1 a 5 utile magari per il cagnolino oppure per voi il letto originale per 1.200.000 Euro!




permalink | inviato da il 3/7/2006 alle 15:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


2 luglio 2006

Una pazza scommessa mondiale!

Ragazzi passate parola...


una ragazza ha fatto una scommessa mondiale, se riesce ad avere 5
 
milioni di visite nel suo sito, alla finale dei mondiali farà una follia molto
 
divertente.

Non so se sia vero, ma fare visita non costa nulla. Ecco il sito: 

http://www.sonjaswette.com/index_it.html




permalink | inviato da il 2/7/2006 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


2 luglio 2006

Qualcuno mi dica come ha fatto! O_O




permalink | inviato da il 2/7/2006 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre       
 
 




blog letto 116052 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Videogame
Immagini strane
Illusioni ottiche
Indovinelli
Barzellette

VAI A VEDERE

super
gameseco
tuttogratis
andromedafree
themeworld
lassassino
pochecoseperiltuoviaggio
sonia
fenix
gioischia
pausacafe
gamevillage
lapiuma
barpasticceriaminicucci
mioblog
perluca
senzaregole
exit


 


      






               




Questo blog non rappresenta una testata giornalistica
in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore
dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo
blog sono tratti e pubblicati da internet e che solo
alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto
declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti
ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti
all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio
agli utenti della rete. Il fatto che questo blog fornisca
questi collegamenti non implica l’approvazione dei siti
stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata
ogni responsabilità. Eventuali commenti rilasciati nei
post che ledono l’immagine e/o l’onorabilità di persone
terze, che diffondono materiale pedo-pornografico e/o
razzista e/o incitante alla violenza e/o a intento
gravemente diffamatorio, non sono da attribuirsi
all’autore, nemmeno se tali commenti sono espressi
in forma anonima o criptata. In ogni caso i commenti
anonimi saranno sottoposti a controllo preventivo e
se conterranno argomenti offensivi o volgari verranno
inevitabilmente cancellati. Qualora si dovesse usare
materiale protetto da copyright, lo si comunichi all’autore
del blog che provvederà all’immediata rimozione. Inoltre
ogni lesione della dignità del proprietario o violazioni della
privacy di questo blog, soprattutto nella manipolazione
dei testi contenuti con la diffusione dei tali a scopo
diffamatorio, saranno perseguiti a norma di legge






1 online

 


CERCA